Testimonianza Stefano

Caro diario…

Mi riesce difficile separare la Monica “amica” dalla Monica “istruttrice”, ma forse non ha neanche senso perchè il suo lato personale si riflette candidamente in tutte le esperienze e gli ambiti della sua vita. Monica ha avuto modo di fare diversi anni di pratica Yoga prima di approdare al corso istruttori: nella sua ricerca interiore questa è stata una forma di realizzazione ma al tempo stesso di evoluzione personale che ha deciso di condividere con gli altri attraverso l’insegnamento. Nelle sue lezioni si percepisce la freschezza dell’entusiasmo della pratica Yoga e il calore umano che lei irraggia si trasforma in serate di serenità che lasciano una energia sottile come carica per tutta la settimana. Alla fine ogni persona arriva con naturalezza a trovare i propri limiti ed è portata a sentire cosa può fare perché essi non esistano più: i rilassamenti eseguiti con molta cura al termine di ogni lezione inducono in una profonda dimensione interiore dove non esiste più niente, ogni cosa svanisce e nel contempo tutto è pieno di bellezza e gioia. Credo sia questo quello che Monica dà nello Yoga: uno spunto nella ricerca del cammino personale e l’esperienza non di chi è davanti a noi, ma di chi cammina con noi.